VirArt firma nuove importanti collaborazioni per il raggiungimento dei propri obiettivi

Confrestauro e Apice Scrl sono i nuovi partner che collaboreranno alla organizzazione del Convegno Nazionale in ottobre

Condividi

Confrestauro e Apice Scrl sono i nuovi partner che collaboreranno alla organizzazione del Convegno Nazionale in ottobre

VirArt mette a segno nuove collaborazioni con soggetti importanti che lavorano nell’ambito del patrimonio culturale italiano.

I nuovi partner, che contribuiranno alla organizzazione del IV Convegno Nazionale “La gestione del patrimonio culturale in situazione di emergenza” prevista per il 24-26 ottobre 2024 nel borgo di Vallo di Nera (PG), sono Confrestauro e Apice Scrl.

Confrestauro, con il quale VirArt ha firmato in giugno un protocollo di collaborazione, è una rete di imprese italiane che unisce produttori di materiali, architetti, esperti del settore e aziende specializzate nel restauro e nella conservazione del patrimonio storico artistico. Dalla visione del suo presidente Alberto Rui, ha come obiettivo quello di condividere esperienze, collaborare a grandi progetti e promuovere il restauro Made in Italy a livello nazionale e internazionale. Nonostante sia nata da pochissimo tempo (2023) a oggi conta già più di 100 professionisti e imprese associati, svariati progetti svolti e altrettanti in cantiere.

Alberto Rui, presidente di Confrestauro

Apice Scrl OPERA NEL SETTORE DEI SERVIZI PROFESSIONALI PER LA MOVIMENTAZIONE, IL TRASPORTO, L’ALLESTIMENTO E IL DEPOSITO DI OPERE D’ARTE.

Con un’esperienza di oltre trent’anni e quattro sedi dislocate nelle principali città d’arte italiane di Milano, Venezia, Firenze e Roma, Apice è stata scelta come partner di fiducia da molti musei, gallerie, case d’asta e collezionisti nazionali e internazionali.

Il gruppo si avvale di oltre 200 collaboratori tra tecnici specializzati ed esperti in servizi logistici, ma dispone anche di depositi di sicurezza e di un’ampia flotta aziendale composta da veicoli coibentati e climatizzati, allestiti con sospensioni pneumatiche, sponde idrauliche, sensori termoigrometrici e sistemi di localizzazione.

Fonte: www.apice.it

Le due realtà si sono impegnate a collaborare per la buona riuscita del IV Convegno Nazionale “La gestione del patrimonio culturale in situazione di emergenza”, che quest’anno affronterà il delicato tema della restituzione dei beni alle comunità di appartenenza. La Call for papers del convegno è ancora aperta e si chiuderà DOMENICA 1° SETTEMBRE 2024.